Premio Nobel per la Pace 2019 a Abiy Ahmed, primo ministro dell’Etiopia

Premio Nobel per la Pace 2019 a Abiy Ahmed, premier etiope artefice dell’accordo di pace con l’Eritrea

Il Premio Nobel per la Pace 2019 è il primo ministro etiope Abiy Ahmed, artefice di uno storico accordo di pace con la vicina Eritrea dopo quasi trent’anni di conflitti a bassa intensità. Secondo l’Accademia di Svezia, Ahmed si è guadagnato il Nobel per «i suoi sforzi per raggiungere la pace e la cooperazione internazionale e in particolare per la sua decisiva iniziativa per risolvere il conflitto al conflitto con la vicina Eritrea».

Chi è

Ahmed, 43 anni, è premier dal 2 aprile 2018. In precedenza, era stato ministro della Scienza e della Tecnologia e capo della cyber security del Paese. Il Financial Times lo ha definito «un incrocio tra Che Guevara ed Emmanuel Macron».

Fin dai primi giorni del suo governo, ha avviato un piano di rinnovamento: ha fatto scarcerare migliaia di prigionieri politici, legalizzato i partiti d’opposizione e allentato la censura. Inoltre ha avviato i negoziati che hanno portato alla firma dell’accordo con l’Eritrea il 16 settembre 2018.

La pace ha portato alla riapertura dei confini e delle reciproche ambasciate, oltre al ripristino dei voli tra Addis Abeba e Asmara, ma soprattutto ha significato la fine delle ostilità che si trascinavano da decenni, dopo i violenti combattimenti del 1998-2000 che spinsero le truppe etiopi a sconfinare nel sud dell’Eritrea.

Dal sito del Corriere della Sera

2019-10-11T11:32:06+00:00 11 ottobre 2019|Categories: Attualità|