Su cosa si fonda la forza dei jihadisti nel Sahel

Continuando la nostra rassegna sui temi GPIC, vi segnaliamo alcuni contributi pubblicati dal centro di studi internazionali Crisis Group , basato a Bruxelles e Dakar, e che riguardano la situazione attuale del Sahel. Il primo è un articolo di Hannah Armstrong, del 13 December 2019: Derrière l’attaque jihadiste d’Inates au Niger (Dietro l’attacco jihadista di Inatès [...]

2019-12-26T19:38:20+00:00 31 dicembre 2019|Categories: GPIC|

Militari italiani in Niger: non è una missione di pace

Diventa più chiaro il ruolo dei militari italiani in Niger: istruzione e addestramento in funzione anti-terrorismo e anti-sommossa Il sistema Italia prova a conquistarsi un posto al sole nell’Africa sub-sahariana. L’8 ottobre scorso, il Comando Operativo Interforze della Difesa ha firmato a Niamey una convenzione quadro con il Segretariato Permanente del “G5 Sahel”, l’organizzazione che [...]

2019-12-12T22:20:36+00:00 14 dicembre 2019|Categories: GPIC|

Recidive neocoloniali nel Sahel

Il presidente francese Emmanuel Macron ha convocato in Francia i capi di stato del Sahel coinvolti nell’operazione militare antiterrorista Barkhane. Dopo la morte accidentale di 13 militari francesi e a monte di un crescente sentimento antifrancese, si tratta di fare il punto sulla ‘fedeltà’ di questi Paesi all’intervento occidentale armato. Le cancellerie occidentali dipingono in [...]

2019-12-26T21:25:17+00:00 9 dicembre 2019|Categories: Blog p. Mauro, GPIC|

Ikal Angelei e la controversa diga Gibe 3

Il nome di questa giovane donna keniana è strettamente intrecciato alle azioni ecologiste che si muovono attorno al Lago Turkana. Ikal Angelei, nata a Kitale, cittadina situata nella provincia della Rift Valley, è da anni impegnata a organizzare azioni per contrastare la costruzione dell’imponente diga Gibe 3. Un progetto da diverso tempo contestato in Kenya, [...]

2019-12-26T21:26:41+00:00 26 novembre 2019|Categories: Ambiente, GPIC|Tags: , , , |

Un nuovo digiuno antirazzista

Per un anno intero abbiamo digiunato ogni primo mercoledì del mese davanti al parlamento contro i decreti sicurezza voluti dal ministro Matteo Salvini e contro la sua politica dei porti chiusi. Questo “Digiuno di giustizia in solidarietà con i migranti” era stato lanciato nel luglio 2018 da Raffaele Nogaro (vescovo emerito di Caserta), Giorgio Ghezzi [...]

2019-11-17T23:02:16+00:00 20 novembre 2019|Categories: GPIC|