P. Adam, morto in Tanzania per salvare un amico

Il 20 marzo il distretto della SMA polacca ha perso un suo giovane confratello, p. Adam Bartkowicz. È morto in Tanzania, in circostanze tragiche: faceva il bagno nell’oceano con un amico, il padre Cycus Chungu, della Congregazione dello Spirito Santo, zambiano, che a un certo momento stava rischiando di annegare. P. Adam è prontamente intervenuto per aiutarlo, e con grande fatica l’ha portato in salvo, ma è poi stato trascinato al largo dalle onde dell’oceano, che si era improvvisamente agitato.

adam-bartkowicz

P. Adam era nato il 1 aprile 1983 a Dębica, nella diocesi di Tarnów. Aveva frequentato una scuola professionale nella sua città, dopo di che aveva raggiunto la casa di formazione missionaria della SMA a Borzecin Duży, vicino a Varsavia. Ordinato prete il 22 giungo 2013, era stato nominato per il servizio missionario in Tanzania, nella missione di Ngudu, nella diocesi di Mwanza. Nel 2016 ha servito la missione di Ukara Island (diocesi di Bunda), fino all’inizio del 2018, in cui aveva iniziato un periodo sabbatico nel Centro di Formazione permanente di Bagamoyo.

p-cycus

P. Cycus Chungu (qui nella foto), descrivendo gli ultimi momenti della vita di p.Adam, ha scritto:

“Martedì pomeriggio siamo andati nell’Oceano Indiano per nuotare. Eri tu che mi avevi insegnato. La marea era bassa e abbiamo camminato nell’acqua per decine di metri. Ci raccontavamo l’un l’altro delle nostre famiglie, e delle nostre esperienze di missione. Verso le 16 ho voluto ritornare a riva. Tu stavi nuotando pacificamente, come ti è sempre piaciuto. Con un cenno del capo mi hai fatto capire che mi avresti seguito. Ma il mare improvvisamente era diventato agitato, e le onde sempre più imponenti. Mi sono trovato in punto in cui non si toccava, e stavo per annegare. Ho gridato: Adam! Tu hai nuotato verso di me. per salvarmi. Mi hai chiamato per tre volte: Cycus! Non farti prendere dal panico!

Mi hai dato la tua maschera e il tuo respiratore, mi hai aiutato a nuotare per alcuni metri, e mi hai portato in un punto in cui finalmente toccavo terra, e da dove potevo chiamare altri soccorsi. Ma in quel momento un’onda fortissima ti ha spinto al largo. Ti ho sentito gridare ancora il mio nome due volte, e poi non ho più sentito niente.

Grazie Adam per avermi salvato la vita. Grazie, grazie, e grazie. Rimango in debito con te e continuerò a pregare per te. Ti chiedo di condividere con me quel grande cuore generoso, altruista e amorevole che hai ereditato dai tuoi genitori. Possa Dio benedire e consolare tua madre, che ha dato un’anima così bella a questo nostro mondo. La mia vita è e sarà sempre una testimonianza che ci sono dei santi che vivono in mezzo a noi, che, come Cristo, sono pronti a rinunciare alla loro vita per gli altri.”

p-adam-3

I funerali sono stati celebrati nella chiesa parrocchiale di Maria Immacolata a Dar Es Salaam, in Tanzania, presieduta la Nunzio Apostolico Mons. Marek Solczyński, Nunzio Apostolico.

p-adam-6

P.Fachtna O’Driscoll, Superiore generale della SMA, nel suo necrologio ha scritto: “Alcuni mesi fa, un giovane seminarista filippino, che aveva svolto il suo programma pastorale nella parrocchia di Ukara, mi aveva detto quanto fosse stato impressionato dalla disponibilità di Adam a fare di tutto per servire coloro che erano di più nel bisogno. La testimonianza di p. Cycus dimostra la disponibilità di p. Adam ad arrivare fino alla rinuncia della propria vita per salvare quella di un altro.”

Requiescat in pace

p-adam-5

(MP)

2018-06-21T23:03:05+00:00 27 marzo 2018|Categories: news sma|