Alberto Olivoni, medico e missionario SMA, ci ha lasciato

P. Alberto Olivoni ha esercitato la professione di medico missionario in Africa per lunghissimi anni.

Nato a Torino il 2 febbraio 1937, alunno dei Salesiani e dei Gesuiti, si laureò in medicina nel 1961.

Dopo pochi anni di attività in Italia, si sentì chiamato ad essere medico missionario: dopo brevi esperienze in Uganda, Thailandia e Ciad, scelse di stabilirsi in Nigeria, dove esercitò la sua professione di medico per più di 40 anni, nelle Diocesi di Ibadan, Ondo, Ilorin, Kontagora e Bauchi.

In quei territori il Dott. Alberto lavorò in stretto contatto con i Padri irlandesi della SMA e, attratto dal loro impegno al servizio del Vangelo, aiutato nel discernimento da Mons. William Field SMA, Vescovo di Ondo, nel 1982 decise di diventare sacerdote.

Dopo gli studi filosofici e teologici al Collegio Beda a Roma, fu dapprima membro della Provincia Italiana della SMA, ma scelse poi di entrare nella Provincia irlandese con cui collaborava in Nigeria, e fu ordinato sacerdote nel 1988. Da sacerdote missionario, riprese il suo servizio di medico in Nigeria, accanto ai confratelli irlandesi, fino al 2013, quando si ritirò a Cork.

Nell’omelia del suo funerale il P. McCabe, Provinciale, ha sottolineato la dedizione incondizionata e discreta di p. Alberto alla professione di medico ed al servizio di sacerdote missionario: “P. Alberto ha messo la sua vita e il suo talento al servizio degli altri come medico e sacerdote SMA. Ha lavorato tra i popoli più poveri e bisognosi dell’Africa.”

E ha continuato: “Non solo ha portato il messaggio liberatore del Vangelo agli oppressi, ha anche portato guarigione agli ammalati e speranza agli emarginati della vita. Ha vissuto semplicemente e non ha chiesto nulla per se stesso. Ora se ne va, per entrare nella gioia del suo Signore e Maestro e vivere con lui eternamente. Mentre piangiamo la sua partenza da noi, ringraziamo Dio per la sua lunga vita missionaria nella vigna del Signore.”

P. Lorenzo Rapetti

2019-06-26T16:33:39+00:00 25 giugno 2019|Categories: news sma|Tags: , , |