Ci scrive padre Giovanni Benetti dal Benin, dove ha cominciato la sua nuova sfida missionaria:

P. Giovanni Benetti

Nel mese di luglio 2021 sono tornato in Africa, precisamente a Nairobi (Kenya), dove ho seguito alcuni corsi (in inglese) di spiritualità per formatori. Ai primi di gennaio 2022 mi sono trasferito a Calavi (Benin), presso il Centro “Brésillac” dove i seminaristi SMA, in gran parte africani, frequentano l’Anno Internazionale di Spiritualità (Noviziato), tra il biennio o triennio filosofico e il triennio o quadriennio teologico.

L’Anno di Spiritualità 2021-2022 è iniziato in settembre, per cui io ho preso il treno in marcia, collaborando con i padri già presenti in loco, nell’accompagnamento spirituale dei seminaristi, nella preparazione di alcuni ritiri e corsi di formazione, e nella partecipazione ai vari incontri programmati per i formatori.

In base al tempo disponibile, ho cercato anche di impegnarmi, specialmente la domenica, nel servizio pastorale presso alcune missioni dei dintorni. Il lavoro non manca e richiede un grande senso di responsabilità, poiché in gioco c’è la vocazione e, quindi, la vita di questi futuri missionari SMA che attendono da me e dagli altri padri un’autentica testimonianza cristiana.

Ciò esige umiltà che consente al formatore di condividere i problemi e di immergersi nella storia personale di questi giovani in cammino verso il sacerdozio e l’impegno missionario senza confini. Benin, Colombia, Congo-Kinshasa, Costa d’Avorio, Ghana, India, Nigeria, Repubblica Centrafricana, Tanzania, Togo e Zambia sono i paesi di origine dei 43 seminaristi attualmente presenti nel Centro “Brésillac” di Calavi.

I sacerdoti formatori sono 4, originari dell’India, Nigeria, Polonia e… Italia (dulcis in fundo perché ultimo arrivato). Ad essi vanno aggiunti 2 altri formatori, uno francese e l’altro nigeriano, in servizio al Centro per il solo anno 2021-2022; quest’anno, infatti, è un po’ eccezionale, perché ha visto l’arrivo a Calavi anche di alcuni seminaristi che l’anno scorso non sono potuti venire a causa della pandemia.

I seminaristi dell’Anno 2021-22

In accordo con la Provincia italiana SMA, desideriamo lanciare una Borsa di Studio ad Gentes un po’ particolare: una BSAG che sostenga tutto il seminario, per il tempo di un anno scolastico. La cifra con la quale vorremmo contribuire alle spese di Calavi è di 12.500 € per l’anno scolastico in corso. Ringrazio sin d’ora tutti gli amici che prenderanno a cuore questa nuova BSAG.

Io sono stato accolto molto fraternamente da padri, seminaristi e da tante persone che ho conosciuto e di cui apprezzo l’affabilità e l’ospitalità. L’accoglienza e la semplicità sono valori più importanti di tanta ricchezza materiale. Certo, qui come ovunque, non tutto è rose e fiori. L’acqua di Calavi, per esempio, non è potabile e, quindi, è necessario filtrarla o portarla ad ebollizione.

A differenza di Nairobi, il clima tropicale di Calavi è pesante e le zanzare (anofele) sono ben presenti e attive; si cerca di contrastarle con zanzariere e repellenti. Ciononostante, oso affermare senza mezzi termini: la Missione è un’avventura che vale la pena di essere vissuta perché aiuta a cogliere ciò che è essenziale nella vita e a relativizzare ciò che rischia di diventare un assoluto.

P. Giovanni Benetti

Vuoi aiutare il Seminario di Calavi? Puoi inviare la tua offerta con questi mezzi, specificando nella causale “Bsag Calavi”:

Hai tre modi per inviare il tuo contributo:

• dona in modo sicuro tramite PAYPAL

  • il bonifico bancario:
    Banca Carige, IBAN IT23 Z061 7501 4170 0000 1579 180, intestato a: Provincia Italiana della Società delle Missioni Africane
  • il bollettino postale:
    tramite il CCP N° 479162, intestato a: Società Missioni Africane

Deduzione fiscale: Se hai la partita IVA, facendo una donazione in favore delle nostre opere, potrai portarla in deduzione dalla tua dichiarazione dei redditi, ai sensi dell’Art. 13 DLgs 460