La SMA e gli afro-americani: iniziò così

Afro-americani lasciati nell’abbandono

Un’opera poco conosciuta della SMA è quella dell’impegno pastorale a servizio degli afro-americani, negli Stati Uniti d’America. I Padri SMA attraversavano l’Oceano Atlantico già negli ultimi decenni dell’‘800 allo scopo di far conoscere le missioni in Africa Occidentale e raccogliere fondi per sostenerle. Un fatto nuovo si presenta agli inizi del ‘900. Il card. Gibbsons di Baltimora e il vescovo di Savannah in Georgia, Mons. Keiley, si rendono conto dell’abbandono in cui è lasciata la popolazione afro-americana e cercano chi abbia le competenze necessarie per occuparsene.

La Santa Sede indica loro la SMA. Il Fondatore della SMA, Mons. de Brésillac, aveva lasciato scritto nei primi abbozzi di Costituzioni che la SMA, su precisa richiesta della Santa Sede, poteva accettare delle missioni al di fuori dell’Africa, a condizione che fossero presso popoli di origine africana. La domanda viene, dunque, accettata anche perché ormai diversi Padri hanno dovuto abbandonare le coste dell’Africa per causa di malattia, e vedevano in questa apertura la possibilità di continuare a servire in qualche modo l’Africa, secondo il loro carisma.

P. Ignace Lissner incaricato del progetto SMA a favore degli afro-americani

L’uomo chiamato a guidare i Padri SMA in Georgia è l’alsaziano P. Ignace Lissner (1867-1948). Alla fine del 1906 arriva a Savannah e si mette immediatamente al lavoro in un ambiente in cui i pochi preti si occupano dei fedeli bianchi e dove impegnarsi per gli afro-americani è ostacolato in mille modi da movimenti razzisti come il Ku Klux Klan. L’opera di P. Lissner e dei confratelli alsaziani e irlandesi, che lo hanno raggiunto in seguito, si sviluppa piano piano su tre fronti. Dapprima l’impegno pastorale si riversa sulla costruzione di chiese e scuole per gli afro-americani. A partire dal 1907 P. Lissner comincia a fondare diverse parrocchie a Savannah, ad Augusta, ad Atlanta, a Macon. Nel 1925 fonda una parrocchia a Los Angeles, in California, e in seguito altre parrocchie nell’Illinois del sud e in Arizona. Tutte queste parrocchie sono create per gli afro-americani offrendo loro anche delle scuole di prim’ordine. Non è stato raro il caso in cui alle minacce seguivano gli incendi per manifestare la rabbia degli estremisti bianchi contro chi si occupava dell’educazione dei discendenti degli schiavi.

Una congregazione di suore nere per i neri

Il secondo ambito d’impegno di P. Lissner è legato strettamente al precedente. Nel 1916, insieme alla signorina Elisabeth Williams (che diventerà Madre Theodore), fonda a Savannah la Congregazione delle Suore Francescane del Cuore Purissimo di Maria: suore afro-americane per il servizio degli afro-americani.

Il terzo ambito fu la creazione di un seminario misto, cioè per bianchi e neri. Viene aperto l’11 ottobre 1921, a Tenafly, nel New Jersey. Sei i chierici presenti, tre bianchi e tre neri. L’obiettivo del St Antony’s Mission House era soprattutto quello di formare preti SMA neri e bianchi per lavorare “alla conversione degli afro-americani del Sud del Paese”. Due Suore della Congregazione fondata da P. Lissner faranno parte del personale del seminario.

Il primo prete SMA afro-americano uscito dal seminario di Tenafly è stato P. Joseph Alexander John, ordinato il 13 giugno 1923. Non fu facile trovare un vescovo disposto ad ordinarlo, ma più difficile ancora fu trovare un vescovo pronto a riceverlo nella sua diocesi. Alla fine fu accolto e incardinato nella diocesi di Port of Spain a Trinidad, la più meridionale delle isole dei Caraibi.

Le difficoltà dei primi preti afro-americani

Nel 1926, purtroppo, il seminario di Tenafly dovette chiudere perché “i tempi non erano ancora maturi per avere dei preti afro-americani negli USA”. Ma P. Lissner, prima di aprire il suo seminario, aveva già avviato al sacerdozio altri due candidati neri, originari della Guyana Britannica: i fratelli Georges e Theodore Knight. Non avendo seminari negli USA li manda a Lione (Francia) dove arrivano il 14 settembre 1910.

Tutti e due saranno ordinati preti SMA in Egitto, il primo il 19 maggio 1913, il secondo il 28 ottobre dell’anno successivo. Georges verrà destinato a Lagos e poi a Obowon in Nigeria, ma non vi resterà che quattro settimane. La gente voleva infatti solo dei preti bianchi… Tutti e due si ritroveranno di nuovo in Egitto, professori nel grande Collège Saint Louis di Tantah, la scuola secondaria che la SMA aveva costruito in quella città. Il 7 marzo 1941 viene eretta ufficialmente la Provincia SMA degli Stati Uniti e P. Lissner ne diventa il primo Provinciale, compito che svolge fino al 1946. Il 7 agosto 1948 muore di una crisi cardiaca. In quarant’anni di presenza negli USA, lui e i suoi confratelli hanno scritto una bella pagina di storia della SMA e della Chiesa.

p. Renzo Mandirola, SMA

2018-05-18T21:42:44+00:00 18 maggio 2018|Categories: news sma|