“Rimanere svegli nella fede e nel servizio”

adorni-r-3Cari tutti,

ancora un Natale che il Signore ci dà da vivere: e lo ringraziamo.

Quante cose abbiamo vissuto quest’anno, e il tempo inesorabile ci avvicina al grande Incontro. Ma il Signore vuole incontrarci ora, nella nostra situazione di fine 2017, proprio come siamo. Vuol dirci che al di là delle apparenze, ci ama di un amore eterno, “vive in noi” direbbe S. Paolo; vive con noi le gioie (poche) e i problemi (parecchi).

Di fronte alle notizie internazionali, guerre, profughi, ingiustizie, catastrofi, conquiste della scienza, la nostra vita in questa vasta periferia della capitale Luanda non fa molto notizia.

L’Angola ha un nuovo governo, dopo le recenti elezioni: stesso partito al potere dal 1975; però sembra che qualcosa di diverso stia per nascere, ma sono doglie di un parto difficile.

C’è poca speranza, perché i giovani che non trovano lavoro o debbono abbandonare la scuola sono decine di migliaia, frustrati, violenti, pronti a tutto. E poi il cibo scarso, l’aumento di malattie come la tubercolosi, l’Aids, la malaria sempre più resistente ai farmaci, gli aborti clandestini. E si può continuare all’infinito: prostituzione giovanile, analfabetismo, mancanza di acqua e di igiene di base.

In questo marasma le sette religiose di vario tipo si trovano a loro agio: esse non fanno che promettere miracoli, una soluzione a tutti i problemi, spirituali, ma soprattutto economici.

Noi, Chiesa Cattolica, non ci stanchiamo di dare il nostro meglio. Le scuole che la parrocchia gestisce accolgono più di 5 mila alunni, dall’ultimo anno della Scuola Materna, fino alla Nona Classe (la nostra 3a  media). Altri 4.800 sono nelle scuole gestite da congregazioni di Suore presenti in parrocchia.

Chi di voi non lavora nel settore scolastico, non può immaginare il contributo che stiamo dando alla popolazione, al quartiere, all’intero paese. È una fatica enorme gestire queste scuole, ma siamo sicuri che le ricadute future ripagheranno ampiamente i nostri sforzi. E così continuiamo, senza badare alle difficoltà. Recentemente abbiamo aperto una biblioteca, con libri acquistati in Portogallo, in Brasile, e qualcosa anche di produzione angolana.

adorni-r-2Quest’anno abbiamo voluto assumere due psicologhe per lavorare a servizio  dei nostri alunni: aumenta infatti il numero di ragazzi con grossi problemi famigliari, psicologici, emozionali, di apprendimento.

Tutto ciò è dovuto alla povertà, alla malnutrizione, alla promiscuità, alla violenza dei quartieri, al rumore infernale del nostro quartiere che assorda le orecchie e lo spirito.

L’anno scolastico 2016-2017 è terminato a metà novembre; il nuovo inizierà all’inizio di febbraio 2018; il bilancio pedagogico è stato positivo; il bilancio economico… lasciamo stare.

La vita della nostra comunità cristiana ha visto una crescita ed un impegno maggiore nei vari settori dell’apostolato dei laici, nella pastorale giovanile, nella Caritas, nel Consiglio Pastorale, nella commissione della salute. Così pure tanti progressi sono stati fatti in altri settori della pastorale parrocchiale: alfabetizzazione, giustizia e pace, evangelizzazione e catechesi, formazione biblica, liturgia, Promaica (movimento cattolico per la promozione della donna.

Ringrazio Dio che tutto con tutto questo lavoro mi mantiene sveglio nella fede e nel servizio, e sempre capace di entusiasmo, sempre capace di sognare.

A tutti un caro ricordo e un ringraziamento.

Renzo Adorni, Sma

Parrocchia Bom Pastor, Kikolo-Luanda – 21 dicembre 2017

2018-04-04T10:11:44+00:00 27 dicembre 2017|Categories: lettere dall'Africa|