S 079 – Riabilitazione ortopedica per ragazzi disabili, Costa d’Avorio

Richiesto da suor Giovanna Contato, Figlie della Croce

Nella città di Korhogo, da più di 20 anni è stato aperto un centro per handicappati, in maggioranza bambini e ragazzi colpiti da poliomielite o da malformazioni congenite, e sordomuti.

È la sola struttura in tutta la regione in grado di occuparsi di questi piccoli e di offrire l’operazione riabilitativa con protesi e scarpe fatte su misura, fabbricate nel laboratorio presso il centro.

Il centro è gestito dalla Congregazione delle Figlie della Croce. Il progetto prevede la possibilità di finanziare per il 70% le operazioni riabilitative per un gruppo di 9 bambini e ragazzi handicappati, provenienti da famiglie povere che non possono pagare tutto l’intervento.

E permettere loro di cominciare a camminare.

Perciò suor Giovanna Contato, responsabile del progetto, ci ha chiesto un aiuto di 5.000 €.

SMA Solidale accorda 5.000 €

F 132 – Materiale scolastico e salario di un maestro nella scuola dei pigmei

Richiesto da p. Carlos Bazzara, SMA, Mabondo, Centrafrica

P. Carlos Bazzara, missionario SMA, da alcuni mesi ha raggiunto la missione di Mabondo, in una zona impervia del Centrafica, abitata dal popolo dei Pigei-Bayaka. È una popolazione che ha molto sofferto in passato la persecuzione da parte delle altre popolazioni, e che ha dovuto trovare rifugio nel pieno della foresta.

Ma una parte dei Bayaka ha accettato di venire ad abitare in villaggi, conciliando la vita nomade con alcune attività più stabili. Una di queste è la scuola. Per i Bayaka erano state realizzate delle scuolette chiamate ORA, dal metodo usato.

P. Carlos vorrebbe realizzare in futuro una bella e degna scuola per i bambini Bayaka, ma per il momento vorrebbe fornire alla scuola ORA che già esiste il materiale scolastico (lavagnette, gessi, quaderni, matite, video pedagogici), e pagare il salario a un maestro. Vorrebbe anche migliorare l’illuminazione dell’aula

SMA Solidale gli ha garantito il contributo richiesto di 2.000 €.

S 080 – Cure mediche per bambini denutriti a Kimwakasa, RD Congo

Richiesto da suor Eveline Mulebu Etonsi, Compagnia Missionaria

Suor Eveline Mulebu è una suora infermiera della Compagnia Missionaria del Sacro Cuore di Gesù, una congregazione di origine spagnola. Lavora come infermiera nel Congo-Kinshasa, inserita nella parrocchia di Kimwakasa.

Le attività di suor Eveline sono soprattutto con i bambini denutriti, e affetti da kwashiorkor. C’è molta malnutrizione infantile perché la gente è povera, e ciò che coltiva non basta per tutta la famiglia.

Le suore gestiscono un dispensario per curare la popolazione ammalata. Suor Eveline si occupa in particolare dei casi di bambini affetti da malnutrizione. Fornisce loro le cure di urgenza e dà alle mamme dei corsi per insegnare i consigli per guarire i loro bambini. questi consigli si basano essenzialmente su una corretta educazione, adatta a bambini nell’età dello svezzamento.

Il progetto di suor Eveline prevede, dunque, oltre all’acquisto di medicinale, anche quello di alimenti, da usare in modo dimostrativo durante i corsi.

SMA Solidale accorda a questo progetto € 5.000 €

W 015 – Fornitura di acqua a 3 scuole della periferia di Luanda, Angola

Richiesto da p. Renzo Adorni, missionario SMA

P. Renzo Adorni ci chiede un aiuto per la fornitura di acqua a tre scuole parrocchiali nella periferia nord-ovest della capitale Luanda, zona popolare e molto povera.

Da anni si aspetta che l’amministrazione comunale crei un sistema di distribuzione dell’acqua potabile nelle case.

Essendo vicini al mare, non c’è nemmeno la possibilità di scavare un pozzo, altrimenti si troverebbe acqua salmastra. Le tre scuole hanno necessità di acqua da bere per i 2.870 alunni, per i servizi igienici e per la pulizia degli ambienti scolastici.

Le famiglie degli alunni e la direzione scolastica hanno promesso 7.500 €. P. Renzo di chiede 5.000 € per completare le spese di acquisto di acqua per la durata dell’anno scolastico 2022-23.

SMA Solidale vuole attribuire a questo progetto 5.000 €.

DU 1 – Emergenza carcerati africani migranti a Fès e a Taza, Marocco

Richiesto da p. Matteo Revelli, missionario SMA

Ci scrive p. Matteo Revelli dal Marocco:

“Da 12 anni visito i detenuti cristiani nelle carceri di Fès e di Taza. Parecchi migranti o studenti trovati senza documenti o con documenti scaduti, sono portati in carcere. Vista la loro identità di stranieri, solo io e il nostro assistente pastorale possiamo visitarli.

I carcerati necessitano di generi di prima necessità. Spesso hanno bisogno di telefonare alle loro famiglie con le quali non hanno possibilità di contatto diretto”.

P. Matteo chiede un contributo per l’acquisto di abiti, cibo, medicine, schede telefoniche, e un contributo per il trasporto per quando escono di prigione.

Il risultato atteso è ridare loro una certa fiducia e ristabilire un contatto più profondo con Dio, la soddisfazione di non essere rigettati da tutti. SMA Solidale concede € 5.000 €.

SMA Solidale accorda a questo progetto € 5.000

SV 126 – Allevare polli per migliorare l’alimentazione dei pescatori

Richiesto da p. P. Athanase Dotto, missionario SMA, Togo

P. Athanase è insegnante nel Centro Giovanile di Agodeké, gestito dalla SMA in Togo.

Questa località è situata lungo la costa, ed i suoi abitanti praticano la pesca nell’oceano. P. Athanase è preoccupato per la dieta seguita dalla popolazione: 7 giorni su 7 mangiano pesce, e pochi si possono permettere la carne, che in questa zona è molto cara, per carenza di offerta.

Ha così pensato di mobilizzare i giovani del Centro giovanile e altri giovani del villaggio per realizzare un allevamento di polli e galline ovaiole.

Il primo obiettivo è quindi quello di mettere sul mercato della carne avicola e delle uova a prezzi più bassi, e favorire così l’integrazione della dieta alimentare.

Il progetto si prefigge anche di dare impiego a 2 giovani disoccupati e di insegnare ad altri come si realizza e si gestisce una attività economica, che rappresenta un’alternativa alla pesca.

SMA Solidale accorda a questo progetto € 5.000 richiesti

F 135  – Lavori di finitura della scuola di Vahun, Liberia

Presentato da p. Lorenzo Snider, missionario SMA

Così ci scrive p. Lorenzo Snider: “Secondo dati UNICEF, il 54% dei bambini della Liberia non completa la scuola primaria, e questo in gran parte a causa della difficoltà economiche  delle famiglie, che non sono in grado di pagare le rette ed il materiale didattico dei ragazzi.

Attualmente la nostra comunità segue tre scuole, per un totale di circa 800 ragazzi e ragazze, a Foya, Kolahun e Vahun.

Vista la situazione scolastica disastrosa nella nostra regione di Foya, le autorità scolastiche ci hanno permesso di iniziare a usare tre aule, benché non completamente finite. Ma ora abbiamo la necessità di completare i lavori e di rendere la scuola agibile, secondo le norme del paese.

Vorremo dunque, con i lavori di intonacatura, tinteggiatura, pavimentazione portare a termine la costruzione della nostra scuola, che abbiamo dedicato a  Santa Monica, e di permettere ai nostri studenti (già 202 per l’anno in corso 2022-23) di poter continuare ad andare a scuola e di ricevere un’educazione di buon livello.”

SMA Solidale accorda a questo progetto 5.000 €

F 136 – Costruzione di un scuola elementare a Newton, Sierra Leone.

Presentato da p. Francis Patrikson, missionario SMA

La Sierra Leone è uno dei paesi più poveri dell’Africa Occidentale. Come conseguenza il livello di istruzione della popolazione, e dei giovani in particolare, è molto basso.

Solo un terzo dei ragazzi e dei giovani può accedere all’insegnamento in una scuola, statale o privata.

P. Francis è responsabile della comunità cristiana della cittadina di Newton, situata in zona rurale a un centinaio di km dalla capitale Freetown. È una comunità giovane e dinamica, che vive inserita in una maggioranza di abitanti di religione musulmana.

P. Francis vuole costruire un scuola elementare di 3 aule, per alleviare la mancanza di strutture scolastiche della città, e offrire un futuro alla gioventù. I lavori di progettazione e di realizzazione saranno condotti in collaborazione con le autorità scolastiche statali, e l’accesso alla futura scuola sarà garantito a tutti.

SMA Solidale accorda i 5.000 € richiesti

E 036 – Aiuto alle ragazze del centro di formazione femminile a Niamey, Niger

Presentato da suor Rebecca Zinga, Missionarie NSA.

Ci scrivono le suore di Nostra Signora degli Apostoli dal Niger, descrivendo la situazione cruda delle ragazze, costrette a volte, a matrimoni precoci e di conseguenza a divorzi per ragioni di minima importanza.

La scolarizzazione è molto bassa. Le ragazze e le donne del Centro di Formazione da loro gestito provengono dai distretti periferici di Niamey.

Esse vengono accolte al Centro per acquisire competenze nel cucito, nella cucina e nell’economia domestica e dopo tre o quattro anni di formazione, ricevono un aiuto per mettere a frutto la loro formazione sul campo.

Questa attività favorisce l’autonomia delle donne e migliorare le loro condizioni di vita a Niamey, promuovere la lotta contro gli abusi sulle donne e aumentare la loro sensibilizzazione sui loro diritti.

Le attività previste:

  • formare le ragazze al cucito, alla culinaria, all’economia domestica
  • educare le ragazze a prendersi a carico
  • sensibilizzarle sui loro diritti

SMA Solidale accorda a questo progetto 5.000 €.  

A 003 – Pannelli solari per le abitazioni di insegnanti del liceo di Solimdé, Togo

Presentato da suor Julienne Bassoliwena, Marianista.

Il villaggio di Solimdè è abitato da circa 8.000 persone. Si trova a circa 270 km a nord di Lomé, la capitale del Paese.

Negli anni passati ha accolto alcune migliaia di sfollati di etnia kabyé, in fuga dai disordini sociali, politici ed etnici che avevano scosso il sud del Togo in quel periodo. La situazione di questi sfollati è ancora fragile.

Per rispondere alle esigenze della popolazione di questo villaggio, la Chiesa cattolica ha aperto una scuola superiore a Solimdè, per aiutare gli studenti che hanno ottenuto il diploma di scuola media. Sono state costruite anche alcune abitazioni per gli insegnanti, soprattutto per quelli che vengono da molto lontano.

Ma rimane una difficoltà, quella dell’elettricità. Per preparare le lezioni, gli insegnanti devono ricorrere a candele, lampade a petrolio o torce. Questa difficoltà si ripercuote sui loro occhi e, a lungo andare, avrà conseguenze sulla loro salute. Allo stesso modo, abbiamo la presenza di serpenti, che si muovono più facilmente in un ambiente non illuminato.

SMA Solidale attribuisce al progetto i 4.817 € richiesti

Vuoi sostenere un progetto?

  • con un  Bollettino Postale sul conto n° 94444593, intestato a: SMA Solidale Onlus,
    Via Romana di Quarto 179, 16148 Genova.
    La ricevuta è valida per la detrazione dalla dichiarazione dei reddito
  • con un Bonifico Bancario: Banca BPER, IBAN: IT23 L053 8701 4170 0004 7066 293 ,
    intestato a: SMA Solidale Onlus, Via Romana di Quarto 179, 16148 GENOVA
  • oppure contattaci per email: smasolidaleonlus@missioni-africane.it

INFORMATIVA SULLA NOSTRA POLITICA PRIVACY:
Inviando il mio dono a SMA Solidale, via Poste o Banca, o contattandola per email,
lette le informative privacy e cookie disponibili sul sito internet www.missioniafricane.it,
esprimo il mio consenso al trattamento dei miei dati personali da parte della SMA,
secondo le modalità e per le finalità esplicitate nelle suddette Informative.